20/01/2016 record di domande di mutuo, ma importo medio in calo

news__68689471.jpg

Il 2015 è stato l'anno che ha registrato un record nella domanda di mutui, (richieste e non
erogato), domande che però si concentrano su importi meno consistenti che in passato.
Dall'analisi Crif sul settore risulta, infatti, che l'importo medio dei mutui richiesti nel 2015 è
ulteriormente calato, attestandosi a 122.176 euro rispetto ai 124.343 euro dell'anno
precedente. Il trend in contrazione non è una novità, ma perdura da diversi anni ed è figlio
della crisi di fiducia dei potenziali compratori e della situazione economica e immobiliare che
abbiamo vissuto fino a qui.
Complessivamente, l'importo medio dei mutui richiesti nel 2015 è calato dell'11,3% rispetto ai
valori registrati nel 2008. La contrazione va ricondotta anche al continuo calo del valore degli
immobili che sono oggetto della garanzia ipotecaria, dato che i pressi negli ultimi anni (dal
2008) si sono mossi sono in discesa, e al forte incremento delle surroghe che riguardano mutui
rinegoziati sempre di importi inferiori al valore al momento della stipula.
Gli italiani, guardando i dati nel dettaglio, prediligono la fascia di importo tra 100mila e
150mila euro (scelta nel 30,2% dei casi). Il 21,2% delle domande si è rivolta a importi più
bassi (75.000-100.000 euro) e il 19,1% alla fascia 150.000-300.000 euro.
Nel corso del 2015 la domanda di mutui è salita del 53,3% (+33% a dicembre su un anno
prima), spinta dalle condizioni appetibili offerte dagli istituti di credito, grazie a tassi di
interesse ai minimi storici, e dalle surroghe.
Su base regionale la Liguria è la regione che ha fatto registrare l'incremento più consistente,
con un +72,1% rispetto all'anno precedente, seguita dal Lazio (+62,2%) e dalla Toscana
(56,9%). Relativamente agli importi medi richiesti, invece, il record spetta al Trentino Alto
Adige con 149.450 euro, in sensibile crescita rispetto all'anno precedente, seguita da Lazio,
con 140.658 euro, e da Lombardia (130mila euro), mentre fanalino di coda è risultato essere il
Molise, con un importo medio a quota 100.489 euro nonostante una crescita rispetto al 2014
pari al 37%. Dal team di Crif si aspettano un ulteriore consolidamento della domanda di mutui
nel corso dei prossimi mesi, grazie ancora una volta ai prezzi degli immobili ancora appetibili e
al clima di ritrovata fiducia.

Fonte: FIAIP News24, numero 28 – Gennaio 2016 (Paolo Dezza, Il Sole 24ORE – Casa24, 14 gennaio 2016)