Solo Arredati

Comprare oppure affittare

Comprare oppure affittare

Italia verso una svolta: la scelta del futuro è per le locazioni
 

Comprare oppure affittare?  

Questo il dilemma che affligge le giovani coppie ed anche i single che non hanno le idee chiare sul futuro. La crisi dell'ultimo decennio che ha eroso entusiasmi e risparmi ha reso, in molti casi, impossibile l'acquisto di una casa. Il tutto unito all'incertezza sul luogo dove si vivrà un futuro.

Tutti fattori che spingono chiaramente verso la locazione. La crisi economica degli ultimi anni - che ha lentamente eroso i risparmi delle famiglie italiane rendendo, in molti casi, quasi impossibile l'acquisto di una casa- unita alle nuove dinamiche di una società in cui le parole d'ordine sono mobilità e flessibilità, sta spingendo sempre più verso un modello di mercato basato non più sulla compravendita, ma sull'affitto.

Una visione questa che porta a considerare la casa non più come un bene ma come un servizio. Ecco perché nelle abitazioni moderne prevale la logica della condivisione, che permette alle famiglie di usufruire di una serie di servizi e di vivere in una casa decorosa senza spendere in maniera eccessiva. Negli ultimi anni il modo di osservare l'esigenza abitativa è cambiato e, di conseguenza, sono mutate anche le esigenze del modo di vivere.

Oggi la locazione rappresenta un comparto interessante, soprattutto per le nuove generazioni spinte a una crescente mobilità per ragioni di studio e di lavoro. Parallelamente è necessario un cambiamento nella cultura dell'italiano medio, perché metta sul mercato appartamenti decorosi e di qualità.

Compito della politica, nei prossimi anni, andare nella direzione di favorire l'affitto, soprattutto le forme a canone concordato. Una delle soluzioni che trovano facilmente riscontro è quella dell' “affitto breve” che fornisce un'offerta alternativa e diversificata sul territorio.

Sicuramente sarà un futuro florido per la locazione, ma questo non lascerà definitivamente a un lato la compravendita, che continuerà ad attrarre gli investitori. L'affitto avrà più margini di crescita nei prossimi anni rispetto alla compravendita, per ragioni imputabili, da un lato, a una società sempre più liquida, e, dall'altro, alle difficoltà di accendere un mutuo che costringeranno molte famiglie a convergere decisamente sull'affitto. Saranno coinvolte città importanti come Milano e Roma a differenza dei centri minori dove le compravendite avranno ancora spazi importanti per la presenza di appartamenti di una metratura tale da non essere messi agevolmente in affitto. La locazione potrà emergere come uno straordinario strumento di messa a reddito sempre e quando si accompagni a uno snellimento normativo e a un abbattimento dei rischi di morosità.

Fonte: immobilnews


Condividi: